Mano morta in autobus

Lo spezzone che avete visto è tratto dal film del 1974 "La poliziotta", con l'indimenticabile Mariangela Melato. Il film racconta la storia di Gianna, una segretaria efficiente e puntuale che un giorno si stanca di essere trattata come una donna oggetto e cerca il riscatto entrando in polizia. Questo video ci permette di introdurre un problema con il quale, purtroppo, molte donne si sono trovate a fare i conti: la mano morta. Verrebbe naturale pensare che la mano morta sconfini nell'abuso sessuale. Ebbene, non sempre è così. Almeno stando ad una sentenza della Corte di Cassazione. Qualche anno fa un uomo è stato condannato in primo grado perché era solito toccare le sue colleghe: non era un maniaco, semplicemente le abbracciava, le sollevava e le stringeva per dimostrare affetto. Una collega però l'ha denunciato per molestie. La Cassazione però l'ha scagionato ravvisando solo tenerezza e affettuosità nei suoi gesti.

Venerdì 13 Settembre 2013


NANOPRESS MOBILE

Scarica gratis l'applicazione NanoPress dall'App Store

IPHONE IPAD