Tommaso Onofri: Sarai, la canzone per il piccolo Tommy

Tommaso Onofri: Sarai, la canzone per il piccolo Tommy

Una canzone per Tommaso Onofri. Oggi, infatti, a partire dalle ore 10,45 tutte le radio del nostro paese manderanno in onda questo brano, che e’ stato scritto appositamente per ricordare questo piccolo angelo, strappato via dalla vita tre anni fa, quando aveva appena 18 mesi.

Era il 2 marzo del 2006 quando due persone entrarono in questa casa di Casalbaroncolo, immobilizzando la madre, il padre e Sebastiano, il fratellino di 8 anni, portandosi via il piccolo Tommy, malato di epilessia. Il bambino sparisce nel nulla: tutto il paese segue con apprensione la vicenda, sperando che il piccolo possa presto tornare tra le braccia di mamma e papa’.

E’ il primo aprile quando Mario Alessi, interrogato dalla polizia, confessa di aver ucciso il piccolo Tommy, poco dopo il suo rapimento. E infatti in serata il corpo del bambino viene trovato presso il torrente Enza. La speranza si spegne cosi’: Tommy, il piccolo angelo, non tornera’ mai a casa.

A distanza di tre anni da quel tremendo fatto, una canzone vuole ricordare il piccolo Tommy: proprio oggi, infatti, avrebbe compiuto cinque anni. “Sarai” il brano scritto da Emanuela Cortesi e Fabrizio Foschini e interpretato da Silvia Mezzanotte, Daniele Stefani, Luca Anceschi, Albert, Leda Battisti, Manu Cortesi, Antonino e Monica Hill verra’ trasmesso oggi per non dimenticare.

Intanto apprendiamo che per la famiglia Onofri il periodo di angoscia non e’ ancora finito: il padre del piccolo Tommy, Paolo Onofri, colpito da infarto, e’ ancora in stato vegetativo. Paola Pellinghelli, la moglie, ha avviato le pratiche per interdirlo: “La situazione va vissuta giorno per giorno, si deve vedere se e come Paolo reagisce. E’ passato troppo poco tempo. Finora nessuno dei medici mi ha detto che rimarrĂ  in queste condizioni per tutta la vita. Anzi mi hanno parlato di una remota possibilitĂ  di ripresa. Ma ho dovuto avviare le pratiche per il tutore“. E poi ha aggiunto: “Cosa avrei dovuto fare? Era necessario un tutore che rappresentasse mio marito. Ho cercato una persona che mi togliesse una parte dei problemi visto che ne ho tanti“.

399

Fonte | Gazzetta di Parma

Segui Haisentito

Dom 06/09/2009 da in ,

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Pinki 8 ottobre 2009 13:15

Da brivido..
Piccolo Tommy ora che sei una stella che cammini, nello spazio senza fine donaci la pace!
Grazie a questi splendidi artisti italiani…..

Rispondi Segnala abuso
Seguici