Romanzo Criminale, le foto della vera Banda della Magliana

Romanzo Criminale, le foto della vera Banda della Magliana

Banda della Magliana: componenti veri e personaggi fiction

Con "Romanzo Criminale" la Banda della Magliana ritorna ciclicamente d'attualità. Il libro del magistrato Giancarlo De Cataldo è liberamente ispirato ai personaggi e ai delitti della più potente e pericolosa organizzazione malavitosa che sia mai nata a Roma. Dal fortunato romanzo sono poi stati tratti un film e una fiction televisiva. La Banda della Magliana rappresenta uno dei più oscuri misteri italiani. Se agli inizi era una banda di delinquenti dilettanti, col tempo si è trasformata in una vera e propria organizzazione criminale di stampo mafioso, con contatti mai chiariti col mondo della politica e dei servizi segreti.In questo video vi proponiamo un confronto fra i membri reali appartenenti alla famigerata banda della Magliana e gli attori che li hanno interpretati. Trovate delle somiglianze?

FacebookTwitter

La Banda della Magliana da chi era formata realmente? Ecco a voi le foto della vera banda che ha ispirato Romanzo Criminale, un libro, prima, un film, poi, ed infine una serie televisiva di grande successo andata in onda su Sky, che sta spopolando nel nostro paese, con tanto di magliette e fans club dedicate ai vari personaggi proposti nella fiction tutta italiana. Una fiction che, come il libro e il film, prendono spunto da un fatto reale, una vera banda criminale che ha operato a Roma negli anni Settanta e Ottanta. Noi vi portiamo a scoprire chi era realmente la Banda della Magliana.

La banda della Magliana

  • Angelo Cassani
  • claudio sicilia
  • Danilo Abbruciati
  • edoardo toscano
  • Emilio Castelletti
  • enrico de pedis
  • enrico nicoletti
  • Ernesto Diotallevi

La Banda della Magliana comincio’ ad operare a Roma negli anni Settanta: si tratta di una potente organizzazione criminale che ha governato Roma con le sue attivita’ (traffico di droga, sequestri, scommesse ippiche) per moltissimi anni, collaborando anche con la mafia, la camorra, la ‘ndrangheta, oltre che con i servizi segreti.

Secondo recenti indiscrezioni, pare che la Banda della Magliana sia collegata anche alla scomparsa di Emanuela Orlandi, la ragazza scomparsa nel nulla a Roma negli anni Ottanta. Ma il nome della Banda e’ legato anche al rapimento di Aldo Moro, dal momento che i componenti del gruppo ebbero sempre legami stretti con i servizi segreti italiani.

Ecco allora le fotografie della vera Banda della Magliana:

Maurizio Abbatino

maurizio abbatino

Maurizio Abbatino era soprannominato Crispino (nella serie televisiva questo personaggio corrisponde al Freddo). Cresciuto nella Magliana Vecchia, fu insieme ad Enrico De Pedis, Franco Giuseppucci e Danilo Abbruciati il capo dell’organizzazione criminale, l’ultimo rimasto in vita. Dopo la fuga nel 1986 da una clinica dell’Eur, dove era ricoverato per un tumore, si rifugio’ in Venezuela, ma venne trovato dalla polizia italiana. Il 24 gennaio del 1992 venne arrestato a Caracas. Abbatino fece ritorno in Italia il 4 ottobre: qui collaboro’ con la giustizia, raccontando tutto quello che c’era da sapere sulla Banda della Magliana. Nel film il suo personaggio, quello del Freddo, e’ interpretato da Kim Rossi Stuart, mentre nella serie televisiva da Vinicio Marchioni.

Franco Giuseppucci.

franco giuseppucci

Franco Giuseppucci, detto “Fornaretto” poi chiamato “Er Negro“, era uno dei capi della Banda. Nel 1976, mentre era alla ricerca di chi gli aveva rubato l’auto, mentre trasportava armi per Enrico De Pedis, incontro’ un gruppo di criminali, guidati da Maurizio Abbatino. Con loro fondo’ la Banda della Magliana. Insieme a loro volle controllare tutta la criminalita’ romana: venne ucciso in Piazza San Cosimato a Trastevere il 13 settembre del 1980 dagli uomini nel clan dei Proietti. Nella trasposizione cinematografica televisiva era il “Libanese“, impersonato al cinema da Pierfrancesco Favino e nella fiction da Francesco Montanari.

Enrico De Pedis

enrico de pedis

Enrico De Pedis era a capo del clan, insieme a Maurizio e Franco. Era chiamato Renatino, mentre in Romanzo Criminale veniva chiamato il Dandi (nel film il suo personaggio era interpretato da Claudio Santamaria, mentre nella fiction da Alessandro Roja). Il suo nome e’ legato al rapimento di Emanuela Orlandi, secondo quanto raccontato da un testimone che collabora al caso della scomparsa della figlia del postino personale del papa. Enrico De Pedis e’ stato ucciso in un agguato vicino a Campo de Fiori, per un regolamento di conti. Il suo corpo, tra mille polemiche, si trova nella cripta della basilica di Sant’Apollinare a Roma, di proprieta’ dell’Opus Dei. Solo la moglie puo’ accedervi. Una sepoltura che desta molti sospetti.

Danilo Abbruciati

danilo abbruciati

Danilo Abbruciati era chiamato nella realta’ “Er Camaleonte“, mentre nella finzione era “Nembo Kid” (sul piccolo schermo aveva il volto di Edoardo Leo). Inizio’ la sua attivita’ criminale come rapinatore: abbandono’ ben presto le rapine per unirsi ai Marsigliesi ed operare nei sequestri di persona. Nel 1979, dopo essere uscito di prigione, iniziera’ a lavorare con Enrico DePedis e Raffaele Pernasetti. Lui vendeva la droga nel quartiere di Trastevere, allacciando anche rapporti stretti con la mafia. Nembo Kid morira’ nell’aprile del 1982, a Milano, dove aveva attentato alla vita del vice Presidente del Banco Ambrosiano, Roberto Rosone. Una guardia giurata gli sparo’ mentre si allontanava su una moto guidata dal complice. Nel film molte delle sue azioni reali sono attribuite al Nero, interpretato da Riccardo Scamarcio.

Marcello Colafigli

marcello colafigli

Marcello Colafigli, che nella storia vera era chiamato “Marcellone“, mentre nella finzione il “Bufalo” (interpretato sul grande schermo da Francesco Venditti e sul piccolo schermo da Andrea Sartoretti), era un esponente di spicco della Banda. Entro’ a far parte del gruppo fin dall’inizio. Il 16 marzo del 1981 venne colto in flagrante mentre uccideva uno dei fratelli Proietti, che avevano ucciso il Giuseppucci. Fini’ in carcere. Si dice che l’anno seguente commissiono’ l’assassinio di Enrico De Pedis, ma venne anche accusato di aver commissionato la morte di altri ex compagni del clan. Venne condannato per tre omicidi e gli venne riconosciuta l’infermita’ mentale. Si trova nel manicomio criminale di Aversa.

Ed ecco altre news legate alla Banda della Magliana, oltre che al film e al telefilm:

Arresto di Sabrina Minardi, compagna di Enrico De Pedis.
Le statue dei componenti della Banda all’Eur a Roma.
Il caso Orlandi legato alla Banda della Magliana.
Le dichiarazioni di un testimone vicino alla Banda della Magliana.

1172

Segui Haisentito

Lun 27/12/2010 da in , ,

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Redlab32 3 febbraio 2012 23:07
Arianna95 22 aprile 2012 18:08

‘Franco Giuseppucci, detto “Fornaretto” poi chiamato “Er Negro“, era uno dei capi della Banda.’
Hai detto una gran ****,LA BANDA NON HA CAPI!

Rispondi Segnala abuso
Arianna Formichiere
Arianna Formichiere 22 aprile 2012 18:11

La banda non ha capi ;)

Rispondi Segnala abuso
Stefano lupo 1 maggio 2012 12:37

tutti i capi siamo noi stessi, e se fai qualcosa lo fai x te stesso

Rispondi Segnala abuso
Seguici