Nella guerra in Libia ci sarebbero prove pesanti contro Gheddafi di crimini contro il suo popolo

Nella guerra in Libia ci sarebbero prove pesanti contro Gheddafi di crimini contro il suo popolo

gheddafi accuse

Ci sarebbero tutte le prove necessarie per portare avanti le accuse nei confronti di Muammar Gheddafi, contro cui l’Onu punta il dito per le violenze compiute durante la guerra di Libia e per l’uccisione di moltissimi civili, usati dai suoi fedelissimi anche come scudi umani. Secondo quanto affermato da Luis Moreno-Ocampo, infatti, il Rais avrebbe ordinato violenze sessuali in serie, dopo aver distribuito del Viagra ai suoi soldati. Il procuratore avrebbe anche le prove e il Colonnello potrebbe essere il primo ad essere accusato dalla Corte penale internazionale (Cpi) di “scomparse forzate“.

Moreno-Ocampo, nella sua relazione presentata ieri all’Onu, ha sottolineato che Gheddafi potrebbe essere processati per questi reati, in particolare potrebbe essere accusato di scomparse forzate, una tecnica di repressione che è stata utilizzata anche in Cile e Argentina negli anni 70 e 80.

Le accuse non sarebbero rivolte solamente a Gheddafi, ma anche al figlio Saif al Islam e ial capo dell’Intelligence libica, Abdullah accusati dal procuratore di essere “responsabili di omicidi, arresti, detenzioni e scomparse contro i manifestanti non armati e presunti dissidenti

241

Segui Haisentito

Gio 09/06/2011 da in , ,

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici