Morte di Saddam Hussein: le reazioni

Morte di Saddam Hussein: le reazioni

Saddam Hussein reazioni

Saddam Hussein √® morto. E le reazioni del mondo politico internazionale non si sono fatte attendere. Tutti i pi√Ļ grandi leader del mondo e alcune associazioni molto importanti hanno commentato questa esecuzione: da George W Bush al presidente francese, dal Vaticano al Regno Unito alle organizzazioni umanitarie. Ecco allora cosa pensa il mondo di questa esecuzione.

Per George Bush si tratta di “una tappa importante per l’Iraq”, Il presidente americano ha sottolineato che “l’esecuzione √® stato l’atto di giustizia che lo stesso Saddam Hussein aveva negato alle vittime del suo regime brutale. E’ stato un anno difficile in Iraq per gli iracheni e aver portato Saddam Hussein davanti alla giustizia non fermer√† le violenze in Iraq ma √® una tappa importante nel percorso che porta l’Iraq ad essere uno stato democratico che √® in grado di governarsi, mantenersi e difendersi da s√©. Molte scelte difficili e ulteriori sacrifici ci attendono”.

Il ministro degli esteri inglese √® sulla stessa lunghezza d’onda della Casa Bianca: “sodisfatta che Saddam Hussein sia stato processato da una corte irachena per almeno una parte dei terrificanti crimini che ha commesso. Adesso ha pagato”. Pi√Ļ diplomatica la Francia che consiglia all’Iraq di “guardare verso il futuro e ad impegnarsi per la riconciliazione e l’unit√† del popolo iracheno”. Precisando poi che “la Francia milita come tutti i suoi partner europei per l’abolizione universale della pena di morte. Ma l’Iraq √® uno stato sovrano e pertanto decide leggitimamente.”

Per il Vaticano si tratta invece di “una notizia tragica”, poich√® adesso c’√® “il rischio che alimenti lo spirito di vendetta e semini nuova violenza”. Si tratta di un “motivo di tristezza anche quando si tratta di una persona che si √® resa colpevole di gravi delitti. La posizione della Chiesa cattolica, contraria alla pena di morte – ha ricordato padre Lombardi – √® stata pi√Ļ volte ribadita. L’uccisione del colpevole non √® la via per ricostruire la giustizia e riconciliare la societ√†”.

431

Fonte | Repubblica

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Sab 30/12/2006 da in ,

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Aniello 30 dicembre 2006 17:23

non con altra morte si spengono i focolai della guerra ,certo il rais si e macchiato di gravi colpe ,ma e dio a cui rendera’ giustizia l’uomo non puo giudicare.solo belle parole dalla nostra politica e vaticano.nessuna vera presa di posizione .io sono un antiamericano pe eccelenza tutta questa guerra solo perche ‘ vogliono il dominio del mondo.e noi?lecchini senza ritegno

Rispondi Segnala abuso
ERNESTO 30 dicembre 2006 17:45

Mi mette tanta tristezza quando viene tolta una vita, anche la pi√Ļ spregevole come quella di Saddam Hussein; era molto pi√Ļ penoso per lui vivere e meditare sulle sue barbarie, forse la sua coscenza, anche tra tanti anni,lo avrebbe roso e forse anche redento agli occhi di dio.

Rispondi Segnala abuso
Ultime-Notizie.eu 30 dicembre 2006 22:10

I politici democratici ci vogliono insegnare che esiste una strada verso la giustizia e la democrazia usando le armi e la violenza. Saddam Hussein non era un santo e non meritiva di diventare un martire. Le immagini del corpo esanime dell’ex rais iracheno non servonoo ad unire l’Iraq e neppure a far cessare la guerra intestina ma solo a sviluppare nuovo odio.

Rispondi Segnala abuso
Ubaldo 31 dicembre 2006 20:26

per me √® stato un grandissimo errorel’impiccagione di shaddam ehusein perche in qesta circostanza bisognerebbe impiccare anche il presidente americano ( GEORG BUSH) ,per le violenze ed uccisioni di civili iracheni perpetrate dai suoi militari (in nome della democrazia americana. Per me questa non √® giustizia

Rispondi Segnala abuso
Vito goffredo 1 gennaio 2007 02:37

L’uomo non ha il diritto di togliere la vita ad un altro uomo,chi da la vita ?il re dei cieli
il Signore dei Signori ,e chi la toglie? Sempre lui il Re dei Re .Impiccando Saddam Hssein inoltre non si fa altro che mettere fuoco sulla benzina e incrementare l’odio tra le varie fazioni in Iraq.
L’America secondo me uscira sconfitta da questa guerra col cuore in gola e con una crisi economica che non si era mai vista prima.Il mondo cambiera’ in peggio tra qualche anno.Vito Goffredo

Rispondi Segnala abuso
Scorpion 1 gennaio 2007 13:13

Sono d’accordo sulla morte di Saddam anzi ha avuto una morte veloce, dovevano torturarlo come lui ha fatto con coloro che non condividevano il suo modo di governare il paese.

Rispondi Segnala abuso
Dino 1 gennaio 2007 13:30

Siamo tutti creature di Dio. Lui ama tutti,√® nessuno ha il diritto di togliere la vita, ma un giorno ne renderemo conto davanti al trono Suo. Perch√® prima della giustizia dell’uomo c’√® quella di Dio. Solo lui pu√≤ dare ho togliere la vita, √® persino ha Saddam.

(DIO √® l’assoluto)
Chi è senza peccato scagli la prima pietra.

Rispondi Segnala abuso
Damiano 1 gennaio 2007 21:49

nn possiamo togliere la vita a nessuno, soltanto chi ce l’ha donata pu√≤ farlo…che orrore quello che √® stato fatto, anche per il peggior tiranno…

Rispondi Segnala abuso
Goa 2 gennaio 2007 01:31

onore al soldato politico nichilista saddam hussein, guida legittima e capo del popolo iracheno… adesso anche martire… USA √® sempre sporca di sangue la tua lurida bandiera!!

Rispondi Segnala abuso
9 gennaio 2007 16:21

SADDAM NON DOVEVA MORIRE, ADESSO BUSH SI PRENDE L’IRAQ CHE PRIMA ERA IN PACE. ADESSO L’AMERICA SI PRENDE TUTTO IL PETROLIO E SI ARRICCHISCE E NOI UNIONE EUROPEA STIAMO QUI A GUARDARE! SVEGLIA E FERMIAMO QUESTO DITTATORE AMERICANO!!!!

Rispondi Segnala abuso
Anonimo 9 gennaio 2007 20:50

x me qll ke √® stato fatto e giusto…anzi io l avrei fatto morire facendolo soffrire x molto tempo, nn dimentikiamoci ke Saddam ha fatto morire 3000-4000 persone innocenti

Rispondi Segnala abuso
L anonimo scrittore 10 gennaio 2007 19:36

io sono contrario alla pena di morte ,ma con questi tiranni non si deve avere nessuna pieta, non dimentichiamoci che Saddam ha ucciso molte persone e perchè?perchè andavano contro di lui. io sn contento dell esecuzione perchè e morto con un il suo stesso giocattolo

Rispondi Segnala abuso
Maria teresa 13 gennaio 2007 20:26

secondo me avendo ucciso saddam abbiamo fatto capire di essere + animali di loro… DOV’E L’OCCIDENTE SUPERSVILUPPATO?ho 18 anni e non so che cos’√® bene e male, ma s√≤ distinguere una guerra non giusta,una guerra fatta solo per il petrolio,un paese come l’italia che √® pecorone sotto l’america…e attende pazientemente le briciole , come un cane che attende che il padrone finisca di mangiare per prendere gli avanzi!saddam faceva il dittatore nel suo paese nn ha mai fatto male a nessuno oltre che al suo popolo e sopratutto al suo popolo GLI STAVA BENE l’america si sente superiore a tutti..ma si sente forze dio?da uccidere un uomo per un pugno di voti?ma la colpa non √® di bush,la colpa √® dei paesi come l’italia che apportano la sua pazzia!se saddam √® morto √® solo colpa di noi tutti… di tutti quei popoli che anno aderito alla guerra “VERGOGNATEVI”

Rispondi Segnala abuso
Dino 15 gennaio 2007 22:11

Non bisogna avere odio per l’america ho per Bush, come ho detto l’altra volta nn siamo ingrado di giudicare nessuno, l’unico che pu√≤ farlo e Dio, e un giorno ne terremo conto tutti davanti al trono suo, anche per ch√¨ nn crede a Dio il giudizio sar√† lo stesso. Parlo per coloro che nn credono in Dio, provate a pregare a lui, e vedrete che lui si far√† sentire.

Rispondi Segnala abuso