Londra: inventato il mantello dell’invisibilità di Harry Potter

Londra: inventato il mantello dell’invisibilità di Harry Potter
  • Commenti (1)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

Mantello invisibilita Harry Potter

A Londra hanno inventato il mantello dell’invisibilità di Harry Potter. Più o meno. Non si tratta di magia, ma della scoperta di un italiano, Alberto Favaro, fisico dell’Imperial College di Londra. Insieme ai colleghi Paul Kinsler e Martin McCall ha pubblicato sul “Journal of Optics” il progetto di un congegno per far scomparire dalla vista un oggetto, ma solo per brevi intervalli. Ma come ha fatto Favaro a creare e ideare questo macchinario? Da dove gli è venuta l’idea? Semplice: durante una festa di Natale in cui lui e i suoi amici erano un po’ brilli.

  • Harry Potter mantello invisibilita
  • Harry Potter mantello
  • Mantello invisibilita
  • Mantello invisibilita Piton
  • Mantello invisibilita Harry Potter

Alberto Favaro è una delle tante, brillanti menti italiane costrette ad emigrare all’estero per poter fare ricerca. Visto che in Italia non è possibile avere un dottorato e fare ricerca, ha deciso di provare a Londra, dove il PhD gli è subito stato offerto.

In realtà non si tratta di un mantello dell’invisibilità in stile Harry Potter. In pratica quando vediamo una persona di fronte a noi, riusciamo a vederla perchè la luce la illumina, rimbalza e torna indietro verso di noi. Adesso bisogna immaginare che questa persona stia ferma, saluti e poi stia ferma di nuovo. Tramite un dispositivo ottico particolare si potrebbe tagliare la parte in cui la persona salute: si rallenta la luce in modo che l’atto di salutare non venga illuminato e poi si accelera di nuovo per coprire il vuoto lasciato. L’evento è dunque diventato invisibile.

Ovviamente si tratta di un progetto sperimentale, per far scomparire un’intera persona ci vorranno anni. Al momento si potrebbe pensare di far diventare un elettrone invisibile per massimo un miliardesimo di secondo. Ma che applicazioni pratiche potrebbe avere una simile scoperta? Alberto Favaro ipotizza che con questa tecnica si potrebbero creare dei canali di sicurezza segreti attraverso cui trasmettere messaggi. E voi cosa fareste se aveste il mantello dell’invisibilità? :D

362

Fonte | Tgcom

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Mar 30/11/2010 da in , ,

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Paolo 27 gennaio 2011 14:00

entrere in camera di Elizabeth Banks prima che faccia la doccia e che cavolo te ne fai sennò?

Rispondi Segnala abuso
Seguici