“Eric Abidal sarà sottoposto a un trapianto di fegato”: l’annuncio del Barcellona

“Eric Abidal sarà sottoposto a un trapianto di fegato”: l’annuncio del Barcellona
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

abidal champions

Eric Abidal dovrà sottoporsi a un trapianto di fegato. La notizia è stata ufficializzata dallo stesso club in cui milita il 32enne difensore francese, il Barcellona. Così, la storia che aveva commosso tutti vede un nuovo capitolo: il giocatore aveva rivelato lo scorso anno di soffrire di tumore al fegato. Una prima operazione, le cure necessarie e, dopo soli 47 giorni dall’intervento, era tornato in campo, dai suoi compagni. Sembrava che tutto fosse finito nel migliore dei modi: il 28 maggio 2011 il capitano dei blaugrana Puyol gli offrì di alzare al cielo la coppa vinta nella finale di Champions League contro il Manchester United. Le foto di Abidal che alza la coppa la cielo, circondato dai suoi compagni, avevano fatto il giro del mondo e posto fine a un calvario. Invece non è ancora finito.

Il trapianto al fegato, fanno sapere dalla società, era già previsto come opzione dalle prime cure a cui il giocatore fu sottoposto. Abidal ha chiesto che venga rispettata la sua privacy in un momento molto delicato per lui, come ricorda lo stesso club nel comunicato stampa ufficiale.

Nelle prossime settimane il calciatore sarà sottoposto a un trapianto di fegato data l’evoluzione del suo processo epatico. Il trapianto era una possibilità già indicata sin dall’inizio del suo trattamento iniziato circa un anno fa. Per espresso desiderio del calciatore, il club sollecita tutti al massimo rispetto per il diritto alla privacy“.

Così scrive il Barcellona. Il tecnico Pep Guardiola ha comunicato la notizia alla squadra prima della seduta odierna di allenamento, ma molti compagni di squadra lo sapevano già.

La situazione di Abidal era apparsa subito grave quando, il 15 marzo 2011, rese noto tramite il club il suo stato di salute. Il tumore al fegato, la corsa per un intervento, le cure e il recupero lampo. Poi la magica notte di Wembley e quel trofeo alzato a cielo, simbolo di una vittoria personale oltre che di squadra.

Il gesto commosse molti anche perché il calcio odierno fa più parlare per litigi, baruffe in campo e fuori, partite truccate e altro. Raro trovare un episodio così umano, ma il Barcellona si sa non è una squadra come tutte le altre.

Dopo quella serata speciale sembrava che tutto fosse tornato alla normalità: il difensore ha anche rinnovato il contratto con il blaugrana fino al giugno 2013. Ora la notizia del trapianto.

Scossi i suoi compagni, mentre lui appare tranquillo. “È lui che ci dà fiducia“, ha raccontato Puyol. “È già passato per una prova così difficile e sono cose che ti rendono più forte. Siamo vicini a lui e alla sua famiglia“. E noi con loro.

473

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Gio 15/03/2012 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici