Agenzia delle Entrate: online le dichiarazioni dei redditi degli italiani

Agenzia delle Entrate: online le dichiarazioni dei redditi degli italiani
  • Commenti (15)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

agenzia delle entrate

Niente piĂą segreti. Da pochi giorni, il sito dell’Agenzia delle Entrate ha messo sul sito internet tutte le dichiarazioni dei redditi degli italiani, che riguardano il 2005. Appena la notizia è stata diffusa, il sito internet è stato letteralmente preso d’assalto, causando tanti disguidi a chi voleva entrare sul sito per altre informazioni: anche noi ci abbiamo provato a dare uno sguardo ai redditi dichiarati, ma non ci siamo riusciti.

Adesso è veramente semplice scoprire quanto ha guadagnato ogni singolo italiano che ha presentato la dichiarazione dei redditi nel 2005. O meglio, possiamo sapere quanto ha dichiarato di aver guadagnato. Basta collegarsi al sito dell’Agenzia delle Entrate, accedere alla sezione Uffici, qui andare su Elenco Uffici, poi “Elenchi nominativi dei contribuenti” e “consultazioni elenchi dichiarazioni”. Poi dovrete scegliere la regione della persona di cui volete conoscere la dichiarazione dei redditi, la provincia e il comune (noi ci siamo bloccati qui…). E il gioco è fatto: in breve tempo potrete scaricare il dato che cercate su qualsiasi cittadino italiano.

E la privacy? Dall’Agenzia delle Entrate fanno sapere che è tutto legale e fa parte del progetto trasparenza.

224

Fonte | Panorama

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Mer 30/04/2008 da in , ,

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Licia 30 aprile 2008 20:16

NON è GIUSTO CHE è STATO BLOCCATO CEL’HANNO IN TUTTO IL MONDO QUESTO SISTEMA è UNA COSA ASSURDA PER NASCONDERE LA VERITĂ  è UNA COSA SCHIFOSA DI QUESTO GOVERNO

Rispondi Segnala abuso
Licia 1 maggio 2008 00:11

a chi poteva nuocere quel sito?ai mafiosi alla gentaccia ai vip schifosi alla gentaccia di politici a tutti coloro che rubano!Ecco perchè è stato bloccato!Che bella italia questa!!!!!In questo paese non c’è democrazia predilige la mafia e la disonestĂ  la camorra la droga tutto cio che va contro ogni base per la democrazia e la giustizia mi vergogno di essere italiana!!!!

Rispondi Segnala abuso
Concel 1 maggio 2008 11:21

Non comprendo tutta questa polemica, basta sapere che in Finlandia, per esempio, paghi le multe in base al tuo reddito che può essere addirittura richiesto da chiunque tramite cellulare. Evidentemente il correlarsi agli altri paesi occidentali per alcune cosa va bene, per altre no !

Rispondi Segnala abuso
Predator87 1 maggio 2008 12:00

In italia non possiamo permetterci di fare questo…non siamo abbastanza evoluti e civili
come il resto dei paesi europei…

Rispondi Segnala abuso
Gio 1 maggio 2008 12:41

ah, tanto per dirne una: sapete chi si oppone a questa pubblicazione dei redditi?? Beppe Grillo, il paladino della libera informazione, il leader dell’informazione per tutti che è arrivato addirittura al blocco dei commenti sul suo blog quando, dopo tale pubblicazione, la gente si è accorta (finalmente!) che, nell’ultimo anno ha guadagnato qualcosa come 3 milioni di euro, e ha detto: “ma come? lui dice così e poi fa colì? Predica una cosa e poi fa l’opposto?”…
ps. nel tanto amato blog di Beppe il 30 (l’altro ieri) il Grillone nazionale criticava aspramente questa pubblicazione, mentre oggi (forse avvisato della lieve discrepanza tra quello che dice e quelo che fa) ne va orgoglioso quasi fosse merito suo…
30 Aprile: “ristabilisca le regole della convivenza civile e blocchi l’accesso a chiunque di dati sensibili privati.
Nei prossimi giorni cercherò di capire chi è l’ispiratore di questa schifezza”
1 Maggio: “Sono strafelice che gli italiani sappiano quanto guadagno e quanto pago di tasse” e “Libera informazione in libero Stato”.
che coerenza…

Rispondi Segnala abuso
Gio 1 maggio 2008 13:45

scusate forse mi sono espresso male: io non critico che Grillo guadagni tanto, ci mancherebbe, uno guadagna quello che raccoglie, ma trovo strano il suo opporsi alla pubblicazione su internet di dati che cmq sono pubblici e si trovano giĂ  prsso comuni e istituzioni…
dal paladino della libertĂ  di informazione suona un po’ strano, o no?

Rispondi Segnala abuso
Internazionalista 1 maggio 2008 13:48

Alee altra opportunitĂ  per i vari studio aperto e giornali del nano per attaccare Grillo…servizi di 5 minuti per quanto guadagna (perchè poi non potrebbe?? cos’è un santo che deve dare tutto in beneficienza?) mentre per il V2Day che ha attirato migliaia e migliaia di persone solo brevi accenni!!! Povera Italia……..

Rispondi Segnala abuso
Patrizia 1 maggio 2008 14:39

Quando è stato fatto l’ultimo condono, è stata data la possibilità di presentare il condono stesso “in via riservata”: in altre parole tu facevi il condono ma al fisco – attraverso la banca – presentavi una dichiarazione anonima. Se poi il fisco ti faceva una verifica potevi esibire il condono e quelli non potevano più farti l’accertamento, ma intanto nessuno sapeva che avevi evaso e ti eri pentito. Idem con lo scudo fiscale, che ha consentito il rimpatrio dei capitali esteri in perfetto anonimato. L’Italia quindi è proprio il paese (minuscolo) dei furbi: agli evasori garanzie di riservatezza, ai contribuenti corretti la colonna infame, come definita da Grillo.
Non è vero che all’estero è tutto in chiaro:in Gran Bretagna, Germania e USA c’è segreto, in Irlanda pubblicano i nomi degli evasori (e questo mi piacerebbe)

Rispondi Segnala abuso
Valentina 3 maggio 2008 10:48

Ma stiamo scherzando??????? Cosa me ne frega della mafia sono fatti loro quello che vogliono fare!!!!! Ma io che comunque ho sempre pagato le tasse fino a svenarmi non sono assolutamente d’ accordo sul fatto che la gente debba farsi i cavoli miei( per non dire altro) su quanto guadagno o su quanto è il mio reddito annuo!!!!!Non è bello che persone con cui magari ho dei dissapori vadano a vadere i miei guadagni e magari si facciano pure una bella risata…visto che non sono Del Piero.

Rispondi Segnala abuso
Veronica 5 maggio 2008 13:44

Visco ha dimostrato la sua poca intelligenza e preparazione. trovo inutile nascondersi dietro al concetto di trasparenza. Ha commesso un delitto ingiustificabile nei confronti di tutti gli italiani. vada a studiare qualche concetto di psicologia sociale e si cosparga il capo di cenere. E’ una vergogna che sia stato ministro. Si assuma la responsabilitĂ  dei danni che ne verranno da questa azione scellerata. Mi vergogno per lui e di lui come italiana. Mi auguro che il risarcimento richiesto peschi innanzitutto nelle sue tasche e che la giustizia cominci con lui a dimostrare di essere uguale per tutti.

Rispondi Segnala abuso
Carlo 5 maggio 2008 14:39

Ora siamo veramente alla frutta.
Mancava solo questa. Adesso scoppiera una guerra civile di immane proporzione.
Non voglio fare il disfattista ma faccio un esempio: se il mio vicino sta meglio di me (ha una barca una bella auto una casa e vsetiti firmati)ed dalla dichiarazione risulta nulla tenente cosa vuol dire? Ed io invece che sgobbo dalla mattina alla sera e dichiaro tutto ho un mutuo un utilitario ed un canotto adesso che devo fare devo denunciare il mio vicino? Ve lo avevo detto E’ GUERRA.

Rispondi Segnala abuso
Roblanf41 6 maggio 2008 17:58

non penso minimamente che visco sia l’unico responsabile di quest’ultima cavolata del pd..certo che il pensare che succeda,finamente,un visco alla gogna con le tasche vuote…scordiamocelo! finirĂ  allo stesso modo di altre vicende simili(in quanto a carognate), e mi auguro che il silvio magno se la leghi al dito,e risponda al par suo togliendo loro tutto,come hano fatto loro,e che cacci dalla rai,per comportamento indegno,i vari santoro etc etc,a prescindere da quello che sono ma per quello che fanno:cioè i fomentatori primi della repubblica…almeno lo facessero con eleganza..ad majora.roblanf41

Rispondi Segnala abuso
Emilio 9 maggio 2008 14:19

V day 2 V day 2 V day 2 V day 2 V day 2 V day 2 V day 2 V day 2 V day 2 V day 2 V day 2 V day 2 V day 2 V day 2 V day 2 V day 2 V day 2 V day 2 V day 2 V day 2 V day 2 V day 2 V day 2

Rispondi Segnala abuso
10 maggio 2008 15:52

Per la famosa trasparenza, di cui tanto si parla quando conviene(!), va benissiomo diffondere i redditi degli italiani!
Nino Anmdreotti

Rispondi Segnala abuso
Claudio 14 settembre 2012 17:12

Perche non si sa piu niente? Si parlava di un risarcimento come mai tutto tace? diffondera la dichiarazione dei redditi è un danno, può provocare “ricatti” e atti violenti, ritengo sia opportuno riaprire il caso, archiviato e nascosto gia da un paio di anni.

Segnala abuso